Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Acquistano droga e poi vengono violentate

Minorenni tentano suicidio, dopo la violenza del pusher


Minorenni tentano suicidio, dopo la violenza del pusher
14/11/2011, 10:11

Due ragazze minorenni venete sono state salvate dai carabinieri dal tentativo di suicidio. Durante il week-end le due ragazze avevano deciso di acquistare della droga per combattere la monotonia giornaliera. Recatasi nei giardini dell'Arena di Padova si sono avvicinate ad un ragazzo tunisino, a cui hanno chiesto alcuni tipi di droghe. Il tunisino ha dato cosi a loro una bustina con della polvere bianca, che le due hanno assaggiato in presenza del tunisino. Subito dopo l’uomo le ha portate in una zona isolata del parco e ha iniziato a palpeggiarle nelle parti intime. Infine ha costretto la piu’ giovane delle due ad avere un rapporto sessuale non protetto. Svanito l'effetto della droga e tornate lucide, le due ragazze minorenni si sono fatte prendere dallo sconforto e dal senso di rabbia per la violenza ricevuta, andandosi cosi a nascondere in uno scolo di acque reflue lungo l'argine del fiume Piovego, all'altezza della lega navale di Padova. Il ricordo della violenza appena subita gli deve essere sembrato tanto insostenibile da spingerle a tentare il suicidio tagliandosi le vene. Fortunatamente, con una segnalazione anonima, i carabinieri dell’aliquota operativa del Norm della compagnia di Padova, hanno ritrovato le due ragazze in tempo e, grazie al loro aiuto, sono riusciti a risalire all’aggressore. Ora il tunisino, senza una fissa dimora, è stato arrestato per violenza sessuale aggravata, pedofilia, e spaccio di sostanze stupefacenti.

Commenta Stampa
di Maurizio Abbruzzese Saccardi
Riproduzione riservata ©