Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Misure contro il randagismo: sterilizzati 19 cani vaganti a Vico Equense


Misure contro il randagismo: sterilizzati 19 cani vaganti a Vico Equense
26/03/2010, 15:03


VICO EQUENSE - Diciannove cani sterilizzati. Questo è, ad oggi, il risultato dell’attività di sterilizzazione chirurgica dei cani randagi vaganti sul territorio in cui sono impegnati l’ufficio ambiente del Comune di Vico Equense, l’Associazione volontari del Faito, il Servizio veterinario Asl Na3 ed, in particolare, l’Unità operativa veterinaria di Piano di Sorrento. Si tratta di un progetto nato dalla consapevolezza che le condizioni di vita di un cane ricoverato in un canile, sebbene soddisfino le esigenze elementari dell’animale, non siano del tutto confacenti ai suoi bisogni etologici. Da tale considerazione è scaturita la decisione di affrontare in modo diverso la problematica del randagismo agendo sulla prevenzione e privilegiando la sterilizzazione. L’area in cui si sta intervenendo maggiormente è il Monte Faito. I medici veterinari Augusto Cuomo e Paola Damiani ogni giovedì, a partire da settembre, si stanno recando presso la montagna per recuperare cani randagi e procedere con l’operazione di sterilizzazione.
Tra i cani riusciti a fuggire, però, due hanno partorito e dato alla luce dei cuccioli. Si tratta di due meticci che, poche settimane fa, hanno messo al mondo rispettivamente cinque cagnolini. Sono cuccioli bisognosi di affetto e di una famiglia che possa accoglierli, evitando che finiscano in un canile o che facciano vita da randagi. Sono cinque cuccioli di taglia piccola e cinque di taglia media. Alcuni hanno il pelo bianco e gli occhi azzurri, altri hanno il pelo nero e bianco, altri multicolore. Chiunque sia interessato ad accoglierne uno nella propria casa può rivolgersi all’ufficio ambiente del Comune di Vico Equense, ingegnere Salvatore D’Iorio, telefono: 081/8019235 oppure al servizio veterinario di Piano di Sorrento, dottori Augusto Cuomo e Paola Damiani, telefono: 081/5331250. Le vaccinazioni e la sterilizzazione (in età opportuna) sono a carico degli Enti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©