Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Molfetta, la prima querela per diffamazione via Facebook


Molfetta, la prima querela per diffamazione via Facebook
24/04/2009, 21:04

(Adnkronos) - E' la prima querela per diffamazione a causa di Facebook d'Italia. A sporgere la denuncia, come riporta oggi il 'Corriere del Mezzogiorno' della Puglia e' ''il molfettese Giulio Cosentino, imprenditore ed editore di una testata locale, nei confronti di un suo ex collaboratore che lo avrebbe offeso in maniera pesante sul piu' famoso social network definendolo ripetutamente 'bastardo'. Un danno d'immagine consistente - denuncia l'imprenditore con la passione di internet - tenendo conto della visibilita' delle offese ricevute, apparse sui computer dei miei 867 contatti Facebook e dei suoi 244 (riferendosi al querelato, ndr). Un target mirato di conoscenti, colleghi e liberi professionisti della citta'''. Oltre mille, infatti, gli amici del social network che potenzialmente hanno potuto leggere le frasi scritte sulla bacheca. Cosentino ha salvato i messaggi che visualizzava sullo schermo, eseguendo il cosiddetto 'screenshot', e si e' rivolto a un avvocato. Giulio Cosentino, continua il Corriere del Mezzogiorno, ''e' anche consulente nel settore informatico per polizia, guardia di finanza e carabinieri e docente esterno del dipartimento di Bioetica dell'Universita' di Bari, dove cura un corso di criminologia generale". ''In rete - spiega l'esperto informatico - e' ancora possibile tutelare la propria identita'. Come nel mio caso, se si viene diffamati occorre subito salvare la schermata mettendo in evidenza orario e data. Poi si va dall'avvocato''

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©