Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Rifiuti pericolosi e tossici sversati in mare o nei campi

Molise: 10 arresti per traffico di rifiuti tossici, indagato Governatore


Molise: 10 arresti per traffico di rifiuti tossici, indagato Governatore
06/12/2010, 14:12

LARINO (CAMPOBASSO) - Una vasta operazione contro il traffico di rifiuti tossici ha portato oggi i Carabinieri del Nucleo Operativo Ambientale e notificare 10 ordinanze di custodia cautelare, di cui 4 a persone già in carcere, e 18 avvisi di indagine, uno dei quali per il governatore della Regione Molise, Michele Iorio.
Il personaggio principale dell'operazione è Antonio Del Torto, proprietario della società Inside Srl e presidente del Cosib, il consorzio incaricato di trattare i rifiuti tossici o speciali in regione. Secondo quanto appurato dagli inquirenti, Del Torto si era fatto nominare da Iorio commissario del Consib, in modo da scavalcare i poteri interni di controllo. Dopo di che aveva cominciato a smaltire i fanghi, derivanti dal trattamento chimico fisico dei rifiuti tossici o speciali, come se si trattasse di fanghi di acque reflue urbane, grazie a false attestazioni da parte di laboratori chimici o di esperti chimici. In questa maniera aveva disperso questi fanghi prima su circa 200 ettari di terreno gestito da aziende agricole nel basso Molise (tra cui anche terreni soggetti a rischio allagamento in caso di esondazione del Biferno, cosa che poteva disperderli a macchia d'olio). Successivamente aveva ottenuto l'autorizzazione allo sversamento in mare, cosa che veniva effettuata però sversando questi fanghi pericolosi in canali in cui c'era vita animale e vegetale, con gravi danni quindi all'ecosistema. Inoltre, la "praticità" con cui riusciva a scaricare questi fanghi, gli aveva permesso di richiedere ed ottenere l'autorizzazione ad aumentare la quantità di rifiuti trattati e quindi il suo guadagno.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©