Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Mondiali di nuoto: la Procura di Roma sequestra le strutture in costruzione


Mondiali di nuoto: la Procura di Roma sequestra le strutture in costruzione
25/05/2009, 14:05

Quando vennero assegnati i mondiali di nuoto a Roma, da disputare questo luglio, si decise di creare nuove strutture, in modo da avere più pubblico, a Settebagni, località turistica vicino Roma. Ma si è trattata di una scelta che finora è stata perseguitata da lungaggini burocratiche, cose poco chiare e provvedimenti legislativi tesi ad accellerare i tempi a qualunque costo. E così la Procura di Roma ha deciso di vederci chiaro, aprendo una inchiesta. Inchiesta che oggi è sfociata in un provvedimento del Pubblico Ministero Sergio Colaiocco, approvato dal GIP Donatella Pavone ed eseguito dal nucleo di Polizia Giudiziaria dei Vigili Urbani: il sequestro di alcune strutture, tra cui la piscina dove dovrebbero svolgersi le gare, per abuso edilizio. Nell'inchiesta, tra gli indagati c'è Claudio Rinaldi, Commissario Straordinario della struttura; tra le persone che presto verranno sentite come "persona informata dei fatti" c'è chi l'ha nominato, cioè Guido Bertolaso

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©