Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Montecorvino Pugliano, sequestro di fabbricati rurali


Montecorvino Pugliano, sequestro di fabbricati rurali
02/02/2011, 09:02

Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi per il controllo economico del territorio e tutela ambientale disposti dal Reparto Operativo Aeronavale di Napoli, i militari della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Salerno hanno sottoposto a sequestro nel Comune di Montecorvino Pugliano, alla località “Le Caterine” e “Macchia Morese”, due fabbricati rurali difformi rispetto ai progetti assentiti.

Il sequestro in località “Le Caterine” è scattato perché in luogo di un fabbricato rurale erano state realizzati quattro appartamenti indipendenti.

Oltre al fabbricato di circa 600 mq., articolato su quattro livelli, è stata sequestrata un’area di cantiere di circa 1.100 mq. in gran parte disseminata di detriti provenienti dalla demolizione di altri cantieri che di fatto la trasformavano in una discarica abusiva.

Il sequestro in località “Macchia Morese” si è reso necessario perché un luogo di un fabbricato rurale era stata realizzata una villa panoramica su tre livelli.

Oltre al manufatto è stata sequestrata la circostante area di cantiere di circa mq. 5.000 sulla quale erano stati realizzati muri in c.a..

Durante il controllo i militari delle Fiamme Gialle, all’interno del cantiere, hanno sorpreso anche un lavoratore in nero ingaggiato dalla ditta esecutrice dei lavori.

I tre proprietari, P.R. di anni 45 originaria di Battipaglia (SA), F.M. di anni 46 originario di Vico Equense (NA) e A.D. di anni 43 originaria di Castellammare di Stabia (NA), i due Direttori dei Lavori, I.G. di anni 45 originario di Pontecagnano Faiano (SA) e M.V. di anni 52 originario di Montecorvino Rovella (SA), e i due titolari delle ditte esecutrici, S.R. di anni 39 originario di Montecorvino Pugliano (SA) e V.V. di anni 42 originario di Salerno, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per i reati di danneggiamento e deturpamento ambientale, oltre alle connesse violazioni in materia urbanistica.

Il cantiere rientra nel perimetro del Parco Regionale dei Monti Picentini.

Alle operazioni ha partecipato anche personale dell’Ufficio Tecnico del Comune di Montecorvino Pugliano.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©