Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Parla l'ormai ex assessore alla Sanità

Montemarano: "Colpito da fuoco amico"


Montemarano: 'Colpito da fuoco amico'
09/04/2009, 22:04

Mentre il presidente della Campania Antonio Bassolino ha accanto i due nuovi assessori della giunta regionale, l'ex plenipotenziario della sanita' campana, Angelo Montemarano, oramai destituito dall'incarico, dice la sua in un'intervista al Velino, mentre su un'altra linea impazzano le telefonate per i rituali saluti di addio. È un momento triste per lei? (Ride) e perche' mai? Ma che addio e addio, io sono un medico e torno a fare il medico, anzi per la verita' il primario. Se dice addio io faccio gli scongiuri. Non mi dica che non e' amareggiato neanche un po'? Sono sereno, mi creda. Ho accettato 4 anni fa di fare l'assessore, oggi accetto di lasciare. Sono e restero' un professionista prestato alla politica E il prestito continuera' a Strasburgo? Le confesso di aver avuto sollecitazioni a candidarmi. Vuole sapere se mi candido o no? Non lo so. Decide il partito. Insomma lei e' pronto? Io si, vediamo che dira' la direzione del Pd.

E adesso che succedera' al Comune di Napoli? E che deve succedere? Al di la' del gioco delle parti, e' nota la sua influenza nell'assise cittadina.. Io come influenza conosco quella che curano i medici come me poi non ne conosco altre! Il presidente Bassolino ha detto che le offrira' un incarico per non perdere la sua esperienza accumulata negli anni: accettera'? (Ride)Sono gia' primario ospedaliero! mi basta questo per ora. Quante cose mi volete far fare? Il ricordo piu' bello di questi quattro anni? Aver ripianato i debiti che al primo gennaio 2006 erano di 8 miliardi e mezzo di euro. Ho evitato il commissariamento, questo e' il piu' bel risultato

Il ricordo piu' brutto? Non me ne parli, le verifiche di Roma. Sono state a dir poco estenuanti. E poi il cosiddetto fuoco amico, che amico non e', perche' arriva da dentro. Dei siluri che pero' non mi hanno mai toccato. Vuol sapere una cosa? Prego.. Io veramente in questi quattro anni sono stato sempre sereno. La politica e' una cosa troppo complessa per farsi il sangue amaro. Ringrazia qualcuno in particolare? Assolutamente si. I miei collaboratori in assessorato. Professionalita' di prim'ordine, persone oneste e fidate. In regione solo di loro mi potevo fidare.. Al Governatore Bassolino dice qualcosa? (Ride ancora)E che gli devo dire? Buon lavoro Antonio..

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©