Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'appuntamento questa mattina alle 11 in Vaticano

Monti in udienza dal Papa, concluso il colloquio


Monti in udienza dal Papa, concluso il colloquio
14/01/2012, 14:01

ROMA – Incontro a Roma, questa mattina, tra il presidente del Consiglio Mario e Monti e il Papa  Benedetto XVI. Alle ore 11,00 nella terza loggia del Palazzo Apostolico, il faccia a faccia,  che cercherà di rafforzare i rapporti tra palazzo Chigi e il Vaticano alla luce delle difficoltà del momento attuale. Non è escluso che il premier e il Papa si intratterranno sulla crisi, conferendo un taglio altamente pragmatico al loro incontro.
Ad accompagnare , il Premier Monti,  atteso questa mattina presso la Santa Sede per un' "udienza privata" concessa dal Sommo Pontefice,  saranno la moglie Elsa, il ministro degli Esteri, Giulio Terzi di Sant'Agata, quello delle Politiche comunitarie, Enzo Moavero Milanesi, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà, il segretario generale, Manlio Strano, e il vicesegretario generale, Federico Silvio Toniato.

 
Il  nodo sull'Ici - Saranno presenti all'incontro ufficiale anche Pasquale Terracciano, capo di gabinetto del ministro degli Esteri e l'ambasciatore italiano presso la Santa Sede, Francesco Maria Greco. Nel corso dell'incontro, Monti e Benedetto XVI passeranno in rassegna alcuni dei nodi più allarmanti del momento attuale. E non è escluso che tra i temi trattati possa esserci quello relativo al pagamento dell'Ici da parte della Chiesa, che tante polemiche ha provocato nelle settimane passate.

AGGIORNAMENTO ORE 11:30  – Poche le parole raccolte dai microfoni dei giornalisti presenti all’incontro tra Premier e Benedetto XVI, prima che le porte della biblioteca del Papa si chiudesse per il colloquio privato.    Il Papa ha accolto Monti con l'esclamazione "Presidente”.  Mario Monti  gli ha stretto la mano e lo ha ringraziato per l'opportunità dell'udienza.  I due, secondo alcune indiscrezioni trapelate,  hanno  parlato  subito di Germania e crisi europea partendo  dal recente incontro tra Monti e la cancelliera Angela Merkel per affrontare i nodi della crisi economica e finanziaria che investe il vecchio continente.
Prima di incontrare il Papa poco dopo le 11 Monti si è intrattenuto alcuni minuti con un Gentiluomo di Sua Santità che lo ha invitato ad affacciarsi alla finestra del Palazzo apostolico per vedere il panorama particolare. "E' un'occasione rara", ha commentato Monti avvicinandosi alla finestra.

AGGIORNAMENTO ORE 14  - E' terminato il colloquio privato tra Benedetto XVI e il presidente del Consiglio Mario Monti, durato circa 25 minuti. Dopo lo scambio dei doni nella Sala della Biblioteca e le foto di rito con tutta la delegazione, il presidente del Consiglio Mario Monti e la moglie, signora Elsa, hanno salutato Benedetto XVI congedandosi al termine dell'udienza.  Il premier ha donato al Papa dei libri, tra cui un'edizione antica con carte geografiche (“anche simbolica”, ha commentato Ratzinger) e un suo volume del 1992, “Il governo dell'economia e della moneta. Contributi per un'Italia europea”, che, rivolgendosi al Pontefice, ha definito “una riflessione sull'Italia e sull'Europa molto nello spirito del nostro incontro”. Benedetto XVI ha invece donato una preziosa penna e un'incisione antica raffigurante la basilica di San Pietro ancora in costruzione, la piazza e i palazzi circostanti. "Preziosa, interessante", è stato l'apprezzamento di Monti. La stampa, del '500, e' dell'incisore milanese Brambilla. "E' bello vedere com'é cresciuta la nostra basilica", ha detto il Papa a Monti, che ha mostrato grande apprezzamento e interesse. E’  durato circa un'ora il colloquio tra il presidente del Consiglio Mario Monti e il segretario di Stato vaticano, card. Tarcisio Bertone, dopo l'udienza di Benedetto XVI al premier. Al termine, Monti ha lasciato il Vaticano per fare rientro a Palazzo Chigi. Nei "cordiali colloqui" che il premier Mario Monti ha avuto con il Papa e il cardinale Tarcisio Bertone “le due parti hanno confermato la volontà di continuare la costruttiva collaborazione a livello bilaterale e nel contesto della comunità internazionale”. 
 

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©