Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nuovo scandalo dopo quello delle bollette telefoniche

Monza: Paolo Romani si è fatto pagare dal Comune cene per 22 mila euro


Monza: Paolo Romani si è fatto pagare dal Comune cene per 22 mila euro
24/04/2012, 09:04

MONZA - Aveva l'abitudine di addebitare tutto al Comune di Monza, presso cui era assessore all'Urbanistica, l'ex Ministro per lo Sviluppo Economico Paolo Romani. Lo dimostrano i rimborsi che ha chiesto, tra il maggio 2007 e il dicembre 2008, di 22 mila euro per le cene fatte fuori al ristorante. A cui vanno aggiunte le bollette telefoniche da migliaia e migliaia di euro al mese, pagate sempre dal Comune perchè riferite al cellulare concesso dall'amministrazione pubblica.
Le spese sono state così elevate che il sindaco leghista di Monza Marco Mariani ha cambiato le regole, tagliando i rimborsi in maniera quasi brutale, in particolare per quanto riguarda le spese di rappresentanza.
Una questione che si aggiunge alle altre su cui stanno indagando la Procura e le forze dell'ordine. In particolare, si indaga sul presidente del Consiglio comunale Domenico Inga, dopo un esposto dei consiglieri Faglia e Mancuso nel quale si denunciano forzature per far approvare una variante al Piano generale del territorio. Variante, disegnata dallo stesso Romani, che prevede di trasformare un terreno agricolo (in una zona detta "Cascinazza") di proprietà di alcune società riconducibili a Paolo Berlusconi in terreno edificabile per migliaia e migliaia di metri cubi, moltiplicando il valore di quel terreno molte volte.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©