Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ancora una volta, Pdl e Lega dimostrano il loro razzismo

Monza: sindaco chiude la moschea, i fedeli protestano


Monza: sindaco chiude la moschea, i fedeli protestano
02/06/2012, 14:06

RENATE (MONZA E BRIANZA) - Ancora una volta Pdl e Lega si caratterizzano per i loro atteggiamenti razzisti ed intolleranti. A Renate, cittadina della brianza dove è nato tra gli altri il cardinale Tettamanzi, il sindaco leghista Paolo Grimoldi, ha chiuso il locale che gli islamici usavano per le preghiere. Si trattava di un locale messo a disposizione dall'associazione culturale "La Pace" e che ha avuto la certificazione per ospitare 30 persone alla volta. Ma secondo i vigili urbani, ad ogni cerimonia ne entravano più di 100. Cosa che viene negata dall'imam locale, che afferma invece che ne entravano solo 30, mentre gli altri ascoltavano da fuori. E così oggi circa 150 musulmani si sono radunati davanti al Municipio per protestare. Una protesta civile e pacifica, che è stata però dispersa dall'intervento di forza dei Carabinieri e dei Vigili Urbani.
Al di là di chi abbia ragione tra i vigili e l'imam, resta un punto: perchè in Italia si fanno tanti ostacoli a che gli islamici abbiano la loro moschea? Anzichè cacciarli da ogni luogo che utilizzano, sarebbe molto più comodo lasciare che affittino o acquistino un locale e lo utilizzino come meglio credono. Purtroppo c'è sempre lo stesso problema: una parte non piccola della propaganda elettorale della Lega e del Pdl è basata proprio sul fomentare l'odio contro gli extracomunitari.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©