Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La fuoriuscita è accidentale e provocata da Lombarda Petroli

Monza: sversato petrolio nel fiume Lambro, si corre ai ripari


Monza: sversato petrolio nel fiume Lambro, si corre ai ripari
23/02/2010, 15:02

MONZA - C'è un grosso rischio di inquinamento che in questo momento investe la Lombardia, ma che potrebbe estendersi a tutto il Nord Italia. Infatti, un ingente quantitativo di petrolio e di derivati è stato immesso nelle acque del fiume, a causa di una fuoriuscita dagli impianti della Lombarda Petroli, all'altezza di Villasanta. La Brianzacque, che ha la gestione delle acque in quella zona, ha annunciato che cercherà di contenere l'inquinamento, facendo confluire le acque contaminate nel depuratore che è poco lontano. L'Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) è in allarme e sta monitorando la situazione, in attesa di una valutazione più completa dell'accaduto.
Il Lambro è considerato uno dei fiumi più inquinati del nord, a causa dei tanti impianti industriali e delle tante città - compresa Milano - che vi scaricano liquami e rifiuti vari. Ma nonostante questo, l'inquinamento che causa il petrolio è qualcosa che va oltre questo livello: se non riescono a riassorbirlo, le acque lo porteranno al Po e poi fino all'Adriatico, a rischio di inquinare tutto per decenni, dato che, trattandosi di un fiume, non c'è niente che impedisca al petrolio di rimanere sul fondo ed avvelenare flora e fauna per molti anni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©