Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Natasha Harris assumeva oltre 10 litri della bevanda al dì

Morì per eccesso di Coca Cola


Morì per eccesso di Coca Cola
13/02/2013, 12:48

NUOVA ZELANDA - E’ morta perché aveva fatto abuso della nota bevanda gassata. Era diventata dipendente dalla Coca Cola e , a causa di una aritmia cardiaca, la donna è tragicamente deceduta. I medici hanno ufficializzato la causa del decesso : il consumo spropositato della nota bevanda ha provocato l’irreparabile.
La tragica vicenda risale a tre anni fa, adesso giunge il verdetto del coroner David Crerar che attribuisce la responsabilità all’uso dipendente che era provocato dall’assunzione della bevanda gassata.
Sembra che Natasha Harris assumesse oltre 10 litri di Coca Cola quotidianamente, così ingeriva un chilogrammo di zucchero e 970 mg di caffeina al giorno, valore spropositato che supera i limiti del consentito.
Intanto, arriva immediata la replica dei legali della Coca Cola, affermando che non c’è alcun nesso tra le vicende e sottolineano come siano discordanti i pareri degli esperti, e che la donna avesse precedenti problemi di salute indipendenti dalla bevanda.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©