Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il cantautore però dice anche di volerla finire con la coca

Morgan dichiara di fare uso di droga, escluso da Sanremo


Morgan dichiara di fare uso di droga, escluso da Sanremo
03/02/2010, 20:02

ROMA - Bufera Morgan. Il leader dei Bluvertigo fa outing e dichiare che "Io non uso la cocaina per lo sballo, a me lo sballo non interessa. Lo uso come antidepressivo". Apriti cielo! Il cantante che da un po’ di tempo fa anche il giurato all’interno del programma 'X Factor', in un'intervista choc rilasciata in esclusiva al mensile ‘Max’, dichiarando di fare uso di stupefacenti ha compromesso la partecipazione del cantautore al prossimo Festival di Sanremo.
Infatti il Direttore di Raiuno, Mauro Mazza, d’intesa con il Direttore Generale, Mauro Masi, dopo aver consultato il Direttore Artistico del Festival Gianmarco Mazzi, ha deciso la sua esclusione dalla 60ma kermesse dedicata della canzone italiana.
Poi è lo stesso Morgan a precisare durante una trasmissione radiofonica su Radio Gioventù: "Ho avuto momenti di debolezza, e lo ammetto, ma sono forte della convinzione che la droga fa male, e che la vita è più bella senza droga". Il Ministro Meloni, che ha aspramente criticato l’intervista del leader dei Bluvertigo a Max, riferendosi al ruolo pubblico e privato del cantante, ha quindi dichiarato: "A Marco dico: facciamo il tifo per te, come per tutti coloro che si trovano nella tua situazione. A Morgan dico: oggi hai una grande opportunità, quella di passare dall’essere un cattivo maestro all’essere un esempio positivo per coloro che ti ammirano. Dipenderà dalla onestà dei tuoi comportamenti oltre che dalla saggezza delle tue parole. Spero davvero che tu possa riscattarti".
La scia di polemiche ha investito tutto il panorama politico e culturale italiano dal Pdl al Pd, dai consumatori ai cantautori.
Unica voce fuori dal coro quella di Claudia Mori "L’esclusione - ha spiegato - non fa altro che, ipocritamente, far sentire dalla parte giusta e allinearsi con il regime politico e questo allinearsi col regime politico non mi piace". La moglie di Adriano Celentano ha poi ribadito che, a suo giudizio, quello di Morgan è una sorta di "grido di dolore e di aiuto, e che aiuto gli si dà cacciandolo, sbattendolo in mezzo ad una strada? ‘’Quando una persona è in difficolta’ credo che la si dovrebbe aiutare - ha concluso Claudia Mori -. L’emarginazione non serve ed è sbagliata. Questo è ciò che penso".

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©