Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’ipotesi più accreditata è che si tratti di suicidio

Morte di Cecilia Beretta, si attendono risultati autopsia

Per il padre Ulisse è stata plagiata

Morte di Cecilia Beretta, si attendono risultati autopsia
05/11/2012, 20:16

PAVIA-L’epilogo sconcertante del ritrovamento del corpo senza vita di Cecilia Beretta ha aperto scenari inquietanti su quelle che possono essere state le cause della sua morte.
Il corpo di Cecilia è stato avvistato da un pescatore nel fiume Po ed è stata identificata dal padre da un neo che aveva sul polso perché lo stare troppo tempo in acqua del suo corpo senza vita aveva cancellato i tratti distintivi della 25enne.

Adesso si attendono i risultati dell’autopsia per stabilire se la ragazza si sia suicidata gettandosi nel Po o sia stata gettata nel fiume già morta. Alcune indiscrezioni sui risultati dell'esame istologico dicono che il foro sulla sua fronte sarebbe avvenuto dopo la morte ed inoltre  i tagli sul corpo sarebbero dovuti ad urti contro un sasso e a sfregamento del corpo rimasto per molto tempo in acqua, ipotesi che gli investigatori potrebbero poi far confluire in istigazione al suicidio, a carico di ignoti l'inchiesta aperta dalla Procura di Pavia. Anche se una delle care amiche di Cecilia ha dichiarato al Tgcom24: "Non credo al suicidio" aveva comprato il biglietto per la festa di Halloween e stava pensando al travestimento, non può essersi tolta la vita".

La sera tra il 16 e il 17 ottobre Cecilia comunque si è allontanata volontariamente da casa, lo dimostra la lettera lasciata nella casa di Pavia che divideva con un'altra studentessa e proprio per questo potrebbe essere disposta una perizia calligrafica. Qualche giorno dopo alcuni testimoni hanno dichiarato di averla vista a Milano nella stazione metropolitana di Famagosta assieme a due persone. Segnalazione che però non ha avuto l’epilogo sperato, il padre Ulisse ha dichiarato che secondo lui la figlia è stata plagiata da qualcuno. Che ci sia dietro questo mistero l’ombra di una setta?

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©