Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Controlli in tutti i presidi ospedalieri della zona

Morte Ferraioli, Asl Salerno controlla sale operatorie

Intanto i Nas sequestrano blocco operatorio Scafati

Morte Ferraioli, Asl Salerno controlla sale operatorie
30/04/2011, 12:04

SCAFATI - Si aprono nuovi scenari sulla morte di Maria Rosaria Ferraioli. Dopo l’autospia di giovedì, ieri c’era stato il sequestro da parte dei Nas della sala operatoria dell’ospedale Scarlato di Scafati, dove la giovane 23enne, incinta di due gemelli, è deceduta la notte del 24 aprile. Anche quest’oggi le indagini hanno fatto il loro corso per ricostruire quanto accaduto nelle tragiche ultime ore di vita della ragazza e dare una verità effettiva ai suoi familiari. Dopo il sequestro preventivo del blocco operatorio e della farmacia dell'ospedale di Scafati, nel Salernitano, l'Azienda sanitaria locale di Salerno ha pianificato e attivato un ciclo straordinario di verifiche su tutte le sale operatorie e le farmacie degli undici presidi ospedalieri del territorio. Un’operazione imponente, ma a cui pare che l’ASL salernitana non sia voluta sottrarsi. Troppi dubbi sono stati sollevati in questi giorni sull’efficienza sanitaria degli ospedali dell’area e troppe parole sono state spese sulla qualità medica. Lo stesso presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, aveva rivolto lo scorso giovedì una lettera al commissario straordinario dell'Asl di Salerno sollecitando l'apertura di un'indagine interna per fare chiarezza sull'episodio. Per le farmacie ospedaliere si andrà a verificare la permanenza degli standard tecnici previsti e a confermare l'aderenza dei requisiti alla normativa vigente. Questa azione consentirà di ottenere per la prima volta una fotografia completa dello stato infrastrutturale e sanitario di queste aree di estrema delicatezza in relazione al servizio reso al cittadino. Sulla base dei risultati saranno assunte le decisioni conseguenti, mentre verranno avviati gli interventi necessari.

 

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©