Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Bilancio tragico, come “un bollettino di guerra”

Morti bianche: cinque vittime in un solo giorno

Deceduti in Piemonte, Alto Adige, Toscana e Basilicata

Morti bianche: cinque vittime in un solo giorno
22/07/2011, 10:07

ROMA – Cinque persone morte in un solo giorno: sembrerebbe un bollettino di guerra a tutti gli effetti, ma è il bilancio delle vittime sul lavoro con cui si è chiusa la giornata di ieri. Un resoconto drammatico per l’Italia, che comunque si ritrova quotidianamente a fare i conti con tutte le anomalie che riguardano proprio gli incidenti sul posto di lavoro con annesse vittime. Un bilancio tragico, registratosi durante tutto l’arco della giornata di ieri. E in varie parti d’Italia. Due vittime sono state registrate in territorio piemontese, una in Alto Adige, una in Toscana e un’altra in Basilicata.
Il primo dei due incidenti in Piemonte si è verificato a Chivasso, a Nord Est di Torino: qui un operaio 49enne di un cantiere è rimasto schiacciato dagli ingranaggi di una betoniera, la quale con ogni probabilità sarebbe stata avviata da un suo stesso collega. La seconda tragedia è avvenuta invece ad Asti, e precisamente a Villafranca d’Asti: a perdere la vita, un 54enne, il quale per motivi ancora da chiarire, è stato rinvenuto con gravi ferite. L’uomo è poi deceduto dopo l’arrivo in un vicino ospedale. Il dramma in Alto Adige si è consumato all’interno di una cava: un 21enne ha perso la vita mentre si trovava all’interno di un camion. Il mezzo, per ragioni ancora sconosciute, è precipitato per diverse decine di metri nel vuoto, non lasciando scampo al suo giovane autista. Un’altra vittima è stata registrata anche in territorio fiorentino, e nello specifico a Scandicci: qui un 52enne ha perso la vita a causa delle gravi ferite riportate mentre era alla guida di un muletto. L’uomo, mentre era a bordo del mezzo, avrebbe urtato una scaffalatura, e nel forte impatto, avrebbe urtato violentemente il volante del veicolo che stava manovrando. In territorio potentino il quinto morto sul lavoro. L’incidente in questione si è verificato a Ruvo del Monte: un uomo, un 45enne, stava lavorando in un’azienda agricola, quando il trattore sul quale stava lavorando, si sarebbe ribaltato, uccidendo sul colpo il lavoratore.
Secondo l’Osservatorio Indipendente di Bologna sulle morti sul lavoro, dall’inizio dell’anno ci sono stati 345 morti per infortuni professionali. Ma il numero supera i 650 se si aggiungono i lavoratori deceduti sulle strade e in itinere. Rispetto allo scorso anno,l’aumento è del 14,8%.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©