Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Il cantiere è stato sottoposto a sequestro

Morti bianche: operaio travolto da crollo nelle fognature a Torino


Morti bianche: operaio travolto da crollo nelle fognature a Torino
24/03/2009, 22:03

Un operaio di 50 anni è morto a Torino mentre stava lavorando alla rete fognaria. Secondo una prima ricostruzione, il terreno ha ceduto mentre la vittima ed un altro operaio, un 33enne romeno, erano nel sottosuolo. Il romeno è riuscito a scampare alla tragedia, mentre il cinquantenne è stato travolto. Decine di vigili del fuoco hanno scavato per due ore, nel tentativo disperato di salvarlo, ma per lui era ormai troppo tardi.

Vincenzo Romano, residente a Beinasco ma di origini leccesi, era impegnato a collegare un condominio di Torino alla condotta fognaria. Poi, le pareti dello scavo in cui si trovava hanno ceduto. Una valanga di terreno e detriti lo ha travolto, inghiottendolo in pochi istanti. Franco, il giovane romeno che era con e che adesso è ricoverato al Cto di Torino con lievi contusioni, quei momenti non li scorderà mai. “E’ successo tutto all’improvviso, - racconta, - è stato terribile”.

I due, insieme ad un terzo operaio, lavoravano per la Cim di Chivasso, la Carpenteria industriale metallica che si era aggiudicata l’appalto del condominio al civico 493 di corso Unione Sovietica. La tragedia poco dopo le 16.30. Romano era rimasto con le caviglie incastrate nelle lamiere dopo un primo crollo. Il romeno è risalito per prendere qualcosa con cui scavare ma subito dopo un secondo crollo ha seppellito completamente il cinquantenne.

Il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, ha espresso dolore e cordoglio nel commentare l’ennesima morte sul lavoro che ha colpito il capoluogo piemontese. Parlando del grave incidente avvenuto durante i lavori alla rete fognaria in corso Unione Sovietica, ha sottolineato che “nonostante tutti gli appelli alla sicurezza si continua a morire sul lavoro. Sempre di più questa è una vera emergenza nazionale”.

Sull’accaduto sono in corso le indagini della Procura, coordinate dal pool del procuratore aggiunto Raffaele Guariniello. Il cantiere è stato sequestrato dal pm Sabrina Noce.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©