Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Una scoperta scientifica a dispetto della scienza ufficiale

Morto Augusto Odone, l'ideatore dell'"olio di Lorenzo"


Augusto Odone (sullo sfondo) con il figlio Lorenzo
Augusto Odone (sullo sfondo) con il figlio Lorenzo
25/10/2013, 19:35

ACQUI TERME (ALESSANDRIA) - All'età di 82 anni è morto ad Acqui Terme Augusto Odone. Era un economista, ma verrà ricordato per una scoperta scientifica molto discussa ed osteggiata dai medici: il cosiddetto "olio di Lorenzo". 
La sua storia è stata narrata nel film con Nick Nolte e Susan Sarandon (che ha vinto l'Oscar per la sua interpretazione). Odone ebbe un figlio, Lorenzo, che a 6 anni cominciò a dare segni di essere affetto da adrenoleucodistrofia o Adl, una rarissima malattia genetica in cui i globuli bianchi attaccano e distruggono la parete che circonda e protegge i nervi. E' come togliere la plastica che protegge il rame dei cavi elettrici: l'elettricità si disperde e non arriva a destinazione. La stessa cosa nella malattia: gli impulsi si disperdono, non arrivano a destinazione e il corpo lentamente si paralizza, fino a che la paralisi non colpisce cuore e polmoni. La malattia fino al 1984 era considerata incurabile, con una aspettativa di vita di pochi anni. Ma Odone scoprì che il problema era risolvibile bevendo oli a catena molto lunga, come l'olio di colza e l'olio di oliva. Una "terapia" mai accettata veramente dai medici, nonostante sia stata da allora usata in tutto il mondo. Per Lorenzo era relativamente tardi: i danni subiti ai nervi l'avevano ormai paralizzato, ed è rimasto così fino al 2008 quando è morto per polmonite. Un risultato non da poco, considerando che nel 1984 a Lorenzo avevano dato due anni al massimo di vita. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©