Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I residenti del quartiere hanno sfilato col soft-walking

Movida a Napoli, a Bagnoli si protesta per i troppi disagi


Movida a Napoli, a Bagnoli si protesta per i troppi disagi
05/06/2009, 21:06

A Bagnoli, quando arriva l’estate, non si dorme più. I locali sul lungomare che va verso Pozzuoli ‘pompano’ musica fino a notte fonda, le strade sono invase dal traffico, gli schiamazzi proseguono fino alle prime ore del mattino. E i residenti sono scesi sul piede di guerra. Pacificamente, s’intende, ricorrendo al soft-walking, ovvero una passeggiata estremamente lenta che, di fatto, blocca il traffico.
Dopo aver sopportato per anni, i residenti sono scoppiati con l’ordinanza del sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino, datata 3 giugno scorso, che autorizza l’apertura dei locali pubblici fino alle 2, rimandando ai gestori la sorveglianza sull'ordine nel raggio di centro metri dal proprio locale. Un centinaio di aderenti al comitato Assise di Bagnoli, per circa due ore, dalle 18, hanno manifestato in piazza Bagnoli. Il comitato denuncia di avere chiesto inutilmente un incontro con il sindaco prima che scadessero le licenze e le concessioni per le attività imprenditoriali sul litorale flegreo fino a Pozzuoli, per far presentare la loro richiesta di regole per la movida serale estiva.
 

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©