Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Due minorenni ed un maggiorenne fermati a Chiaia

Movida violenta: arrestati 3 rapinatori


Movida violenta: arrestati 3 rapinatori
14/11/2009, 11:11

A.A. un 16enne di Melito (NA), Antonio Oliviero, di Arzano (NA), da poco 18enne, e Adriano De Vincentis, 19enne napoletano, sono stati arrestati, dagli agenti del Commissariato di Polizia “S. Ferdinando”, perché responsabili, in concorso tra loro e di una quarta persona in fase di identificazione, del reato di rapina aggravata.

Nella notte, in via C. Poerio, i poliziotti sono intervenuti a seguito di una segnalazione di lite in strada.

Giunti sul posto, i poliziotti hanno accertato che, pochi minuti prima, 4 giovanissimi rapinatori, a bordo di un’autovettura Lancia Y, avevano tentato di scippare la borsa ad una giovane donna, mentre questa passeggiava in compagnia del fidanzato e di altri amici.

Proprio grazie alla resistenza opposta dal fidanzato della vittima, il tentativo veniva vanificato.

Tre dei malviventi, non arresisi all’affronto subito, sono discesi dall’autovettura ingaggiando una colluttazione con il giovane 23enne, impossessandosi, nella circostanza, del suo telefono cellulare N73, marca Nokia.

Uno dei rapinatori ha urlato ad un complice di aprire il cofano dell’autovettura per poter prendere la pistola custodita al suo interno.

I tre, notati gli amici della vittima correre in suo soccorso, sono scappati via, in direzione di Piazza S. Pasquale.

Provvidenziale l’intervento degli agenti che, postisi al rintraccio dei rapinatori, nel transitare in Via Riviera di Chiaia, li hanno intercettati mentre, con fare minaccioso ed impugnando delle bottiglie, si stavano avvicinando ad alcuni amici delle vittime

I poliziotti, prontamente intervenuti, hanno bloccato ed arrestato i 3.

L’autovettura utilizzata dai malviventi, poi risultata intestata alla madre di De Vincentis, è stata rinvenuta e sequestrata in Piazza Amedeo.

All’interno dell’auto, i poliziotti hanno anche rinvenuto e sequestrato una pistola semiautomatica, perfetta riproduzione, completa di caricatore e 88 piombini.

La vittima è ricorsa alle cure mediche per contusioni al volto, guaribili in 4 giorni.

Il minore è stato condotto al Centro di Prima Accoglienza dei Colli Aminei, mentre i due maggiorenni al carcere di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©