Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

MOZZARELLA: ALLARMISMO "ESAGERATO" E PERDITE REALI


MOZZARELLA: ALLARMISMO 'ESAGERATO' E PERDITE REALI
26/03/2008, 17:03

Allarme vendite per la mozzarella di bufala campana. I dati, quelli reali, iniziano ad arrivare. E sono impietosi. A gennaio e febbraio si è registrata una contrazione del 30% rispetto al 2007. Tale contrazione, che tiene conto sia del mercato interno che dell'export, è stimata dal Consorzio di Tutela in 30 milioni di euro. Le ragioni del calo risiedono nella diffusione di notizie che si sono susseguite negli ultimi mesi relative all'emergenza rifiuti, alle quali si aggiungono quelle sugli allevamenti posti sotto sequestro per contaminazione da diossina.

Sul fronte del mercato internazionale il comandante dei Nas nega un bando da parte dei Paesi asiatici, e neanche dalla Corea del Sud, per l'import di mozzarella di bufala campana. "Non ci risulta che quantitativi di mozzarella siano fermi alla dogana in Giappone", ha affermato Saverio Cotticelli dopo un incontro al ministero della Salute.

Sulla vicenda, secondo Cotticelli, ci sarebbe un allarme esagerato che "si sta riverberando in modo drammatico sull' economia di una regione già provata". Il ministro dell'Agricoltura De Castro aveva già provato ad evidenziare l'inopportunità di un Sos diossina. "Si penalizzano gli allevatori onesti", aveva dichiarato. Ma se l'export nippo-coerano non è a rischio, i numeri restano drammatici. E si attendono ancora le decisioni della Commissione Europea, che ha chiesto alle autorità italiane analisi in tempi rapidi.

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©