Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

MOZZARELLA: L'ITALIA CONVINCE LA COMMISSIONE EUROPEA


MOZZARELLA: L'ITALIA CONVINCE LA COMMISSIONE EUROPEA
28/03/2008, 16:03

Controlli, ritiri e un'operazione a tappeto di ispezioni in tutti i caseifici e gli allevamenti della Campania, con particolare attenzione alle province di Napoli, Caserta e Avellino. Sono state queste le parole decisive, contenute nella lettera che il ministro della Salute, Livia Turco, ha inviato questa mattina alla Commissione Europea, a sciogliere la tensione che si era creata intorno al caso della mozzarella e del latte riscontrati positivi ai controlli sulla diossina. Meno di 24 ore fa, la Commissione Europea aveva giudicato "lacunose" le informazioni fornite dal Governo italiano, mentre oggi, ha comunicato di avere deciso che non metterà in atto alcuna iniziativa a livello europeo e si è detta "soddisfatta" del lavoro congiunto con le autorità italiane. Il ministro della Salute, Livia Turco, ha proposto alla Commissione un'azione comune anche per esaminare in laboratori italiani ed europei i campioni di latte e mozzarella che verranno prelevati nei controlli, "tenuto conto dell'elevato numero di allevamenti che verrebbero ad essere interessati dal programma e della necessità che esso venga attuato in tempi brevi - si legge nella nota diffusa dal ministero della Salute - il Ministro ha chiesto l'intervento della Commissione affinché i laboratori ufficiali comunitari possano collaborare ad integrare l'attività dei laboratori italiani".  A non convincere del tutto la Commissione Europea, che ieri sera aveva invitato il governo italiano ad approfondire la questione, era la destinazione del latte e della mozzarella prodotta dagli 83 allevamenti posti sotto sequestro cautelativo, "la Commissione Europea vuole avere certezza che venga sequestrato il latte che da questi allevamenti è stato mandato ai caseifici - ha aggiunto De Castro - e su questi documenti sta lavorando il Ministero della Salute".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©