Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Muore Armandino Corona, cacciò Gelli dalla Massoneria


Muore Armandino Corona, cacciò Gelli dalla Massoneria
03/04/2009, 18:04

Cacciò Licio Gelli dalla Massoneria. E' morto a Cagliari, all'età di 88 anni, Armandino Corona, ex uomo politico e imprenditore e, last but not least, gran maestro della massoneria. Corona è deceduto nell'ospedale Santissima Trinità dopo il ricovero, in gravi condizioni, nel reparto di gastroenterologia. Corona, uomo molto noto in Sardegna, divenne famoso in tutt’Italia quando è stato presidente della Corte Centrale, supremo organo di giustizia della massoneria. Qui fu il protagonista del processo contro Licio Gelli, condannato ed espulso dalla massoneria e Grande Oriente d'Italia.

La sua carriera politica iniziò da consigliere comunale in un paesino del cagliaritano. Dopo una iniziale simpatia per il Psd'Az, entrò nel Partito repubblicano, poi si avvicinò a Forza Italia. trascorso gli ultimi anni della sua vita dedicandosi alle diverse attivita' imprenditoriali curate dai figli. Armandino Corona verrà sepolto nel cimitero monumentale di Roma del Verano, dove riposano gli altri grandi maestri della massoneria.

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©