Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Gli inquirenti indagano sugli inchiostri usati

Muore dopo aver fatto un tatuaggio, disposta l'autopsia


Muore dopo aver fatto un tatuaggio, disposta l'autopsia
22/04/2013, 17:31

Giovedì scorso, Federica Iammatteo, ragazza ventitreenne di Milano, si era recata presso un centro specializzato della sua città per effettuare un tatuaggio. Ma dopo poche ore comincia a sentire le prime avvisaglie di dolori, tali da spingere la sua amica a chiamare l’ambulanza il venerdì mattina, ricoverandola d’urgenza all’ospedale San Giuseppe.

Ma il suo stato si aggrava a tal punto (una improvvisa emorragia inarrestabile) da essere trasferita nella terapia intensiva dell’ospedale di via Sforza dove arriva in condizioni disperate. 

Poco dopo perde completamente conoscenza e nonostante gli svariati tentativi di rianimarla, Federica non ce la fa e all’1.30 di sabato i medici dichiarano l’avvenuto decesso.

I medici del Policlinico però, vista la giovane età e visto il nuovo tatuaggio fatto poche ore prima, decidono di segnalare il caso alla Procura per capire cosa abbia determinato quell’infezione letale. 

A far luce sulla tragica vicenda è Vittoria Mazza, il pm milanese di turno ieri che ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo a carico di ignoti e che ha disposto gli esami autoptici. 

Sarà solo l’autopsia, prevista per martedì o mercoledì prossimi, a chiarire se Federica, 23 anni, è morta per uno shock settico dovuto a un tatuaggio.

Allo stato attuale, il centro tatoo in questione risulta avere i requisiti igienico-sanitari in regola, ma gli organi inquirenti dovranno valutare le sostanze chimiche presenti negli inchiostri per capire se Federica fosse allergica ai prodotti usati. Altra ipotesi al vaglio in queste ore è appurare se gli esami effettuati con mezzi di contrasto da Federica in ospedale siano stati preceduti da visita allergologica.

A tutti questi sospetti potrà rispondere solo l’autopsia che dovrebbe avvenire fra 2 o 3 giorni.

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©