Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Aveva appena ottenuto il colloquio

Muore malato di Sla dopo due giorni di presidio al Ministero


Immagine della manifestazione a cui Pennacchio partecipava
Immagine della manifestazione a cui Pennacchio partecipava
24/10/2013, 11:47

ROMA - Raffaele Pennacchio, 55 anni, malato di Sla, è morto ieri sera in un albergo di Roma. L'uomo era stato negli ultimi due giorni sotto il Ministero dell'Economia, come protesta per il taglio alle risorse per l'assistenza domiciliare ai malati di Sla ed in generale i fondi per le Rsa (residenze sanitarie assistenziali). Poi giusto ieri era salito al Ministero per discutere col viceministro del Lavoro e delle politiche sociali Maria Cecilia Guerra, col sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta e col Sottosegretario alla Salute Paolo Fadda. E alla fine del colloquio aveva ottenuto la promessa dei rappresentanti di governo ad avere più stanziamenti per quel settore. 
La sera era tornato in albergo, stanco e provato, ma bene a sentire chi stava con lui. Ed è andato regolarmente a letto, senza però svegliarsi più.
Purtroppo, chi è malato di Sla, ha una salute più fragile degli altri, ed è più sofferente alla fatica. Per cui, dopo uno stress, come quello di una protesta civile ma prolungata, i rischi di una morte improvvisa sono più alti. Naturalmente, c'è da chiedersi perchè il governo non trovi altro da tagliare che spese di prima necessità, come quella sanitaria.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©