Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il magnate oggi sarà ascoltato in Parlamento a Londra

Murdoch gate: ci scappa il morto. È il reporter-talpa Hoare

Con lui ebbe inizio lo scandalo delle intercettazioni

Murdoch gate: ci scappa il morto. È il reporter-talpa Hoare
19/07/2011, 09:07

LONDRA – Nel Murdoch gate ci scappa anche il morto. Si tratta dell’ex reporter di “News of The World”, Sean Hoare, che per primo aveva denunciato il ruolo dell’allora portavoce di Downing Street nello scandalo delle intercettazioni. L’uomo, descritto dal “The Guardian” come la prima “talpa” del gruppo Murdoch, che aveva rivelato per primo come Andy Coulson (divenuto poi consigliere di Cameron) non solo sapeva tutto dell’uso delle intercettazioni, ma incoraggiava in prima persona i reporter a utilizzarle per avere scoop sulle celebrità, è stato trovato morto nella sua casa dell’Hertfordshire. Una “morte non spiegata, ma non sospetta” ha dichiarato la polizia, che probabilmente con il Murdoch gate non ha nulla a che vedere, ma che necessariamente getta nuovo fango sullo scandalo delle intercettazioni in Gran Bretagna e arriva come elemento macabro in una vicenda che tiene banco e sta facendo saltare poltrone con una rapidità indescrivibile. Difficile non creare un collegamento con lo scandalo Murdoch venuto alla luce in questi ultimi tempi, soprattutto dal momento che lo stesso Hoare aveva fatto le sue rivelazioni prima al “New York Times”, per poi ripeterle alla Bbc.
I colpi di scena nella vicenda che ha messo sotto accusa i giornali del magnate australiano in Gran Bretagna, dunque, si succedono con inimmaginabile rapidità. E mentre ieri è stata la giornata delle dimissioni del numero 2 di Scotland Yard, oggi l’attenzione si focalizza anche e soprattutto su Rupert Murdoch e il figlio James che verranno sentiti da una commissione parlamentare. L’audizione di Murdoch davanti alla commissione media dovrebbe attirare un pubblico televisivo di milioni di britannici che stanno seguendo la vicenda intercettazioni, che ha scosso la loro fiducia nella polizia, nella stampa e nei leader politici. “È come se ci fossero solo posti in piedi, non sorprende dal momento che è la prima volta che Rupert Murdoch va davanti a una commissione nei 40 anni in cui ha costruito un impero mediatico”, ha dichiarato al riguardo Paul Farrelly, membro dell’opposizione Labour in commissione.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©