Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Petru Birlandeanu fu colpito per errore in una sparatoria

Musicista ucciso dalla camorra, 3 rinvi a giudizio


Musicista ucciso dalla camorra, 3 rinvi a giudizio
26/04/2010, 16:04

NAPOLI - Tre persone sono state rinviate a giudizio con l'accusa di aver preso parte alla spedizione punitiva nella zona di Montesanto a Napoli in cui, il 26 maggio dello scorso anno, fu ucciso per errore il musicista rumeno Petru Birlandeanu. Si tratta di Marco Ricci e dei cugini Maurizio e Salvatore Forte. La decisione e' stata presa dal gup Pasqualina Paola Laviano accogliendo le richieste del pm della Dda Sergio Amato; il processo comincera' il 24 maggio prossimo davanti alla III Corte d'Assise. I tre sono gli unici componenti finora identificati di un commando composto da otto persone vicine ai clan Ricci e Sarno che quella sera, secondo l'accusa, per dare una dimostrazione di forza ai rivali del clan Mariano, sparo' all'impazzata per le strade del quartiere. Un proiettile colpi' lo sfortunato musicista, che morì di li' a poco nella stazione della Cumana sotto gli occhi della moglie e di decine di passeggeri terrorizzati. Un'altra pallottola feri' di striscio un ragazzino italiano quattordicenne. Sia il ragazzino ferito sia la moglie e i figli del musicista si sono costituiti parti civili.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©