Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il tracollo sempre più drammatico del "vecchio" social

My Space in crisi: dimezzata la forza lavoro

Licenziati cinquecento dipendenti

My Space in crisi: dimezzata la forza lavoro
11/01/2011, 20:01

NEW YORK - Che Myspace nell'ultimo biennio avesse perso moltissimo terreno rispetto ai suoi ed a quanto pare invincibili rivali era chiaro a qualunque net-surfer. Che dopo una crescita esponenziale e capillare avuta nel periodo pre-facebook/twitter il portale controllato da News Corp fosse costretto ad effettuare un clamoroso taglio del personale pari al 47% della forza lavoro (500 dipendenti licenziati), probabilmente se lo aspettavano in pochi.
Eppure, stando all'annuncio dell'amministratore delegato di Myspace, Mike Jones:"
La nuova struttura organizzativa ci consentira' una maggiore agilita' e una maggiore velocita' nello sviluppo dei prodotti, oltre a una maggiore flessibilita' dal punto di vista finanziario". La razionalizzazione poderosa, dunque, non sarebbe imputabile alla grave crisi in termine di iscritti e "vitalità virtuale" che ha investito il noto social network nato in America nel 2003 e diffusosi in tutto il mondo ad una velocità che solo la moda contingente ed un tipo di piattaforma grafica abbastanza accattivante possono spiegare.
Poi, l'arrivo di altri social simili ma ancora più semplici ed intuitivi da usare, insieme allo spam selvaggio e monotono proposto dalle centinaia di migliaia di band più o meno emergenti (e più o meno scadenti) che invasero letteralmente myspace dal 2005 al 2008, hanno dato il via al tracollo; con la vita che, per gli omini in blu, si è fatta ogni giorno più difficile (le nuove iscrizioni calano continuamente e l'interazione attiva tra gli utenti, interessante e vivace fino a due anni orsono, sembra essere quasi del tutto svanita).
Senza originali piani alternativi di gestione e promozione, anche Myspace rischia di sparire nel giro di breve tempo. Per molti ex iscritti, però, non se ne sentirà la mancanza.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©