Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

inviati plichi alle redazioni di vari quotidiani

NAP in azione a Bologna e Milano. Aperte le indagini


NAP in azione a Bologna e Milano. Aperte le indagini
16/11/2009, 20:11

BOLOGNA-Dopo l’invio di un documento dei Nuclei d’Azione Territoriale alla redazione di alcuni quotidiani di Bologna tra cui L’Unità e il Resto del Carlino la procura della Repubblica del capoluogo emiliano ha aperto un fascicolo d’inchiesta. Ma oggi un nuovo plico è stato inviato alla sede milanese dell’Unità
I nuclei d’azione territoriali nascono dai più famigerati NAP (Nuclei d’Azione Proletaria) che hanno avuto una parte rilevante nella storia terroristica dell’Italia degli anni di piombo. La loro riorganizzazione era già stata segnalata dai servizi segreti interni in varie città tra cui Milano, Torino, Bergamo, Lecco e Bologna ed una loro uscita pubblica era prevedibile.
Intanto secondo gli inquirenti il capo d’imputazione che verrà perseguito sarà quello di associazione sovversiva.
Il documento, infatti, rende nota la costituzione di cinque nuclei territoriali. Comunque secondo il pm Enrico Cieri “una cosa è dire che sono stati costituiti i nuclei, altra e verificarlo in concreto”. Infatti un annuncio del genere potrebbe significare di tutto anche il gesto di fanatici che vorrebbero imitare i NAP ma non essere loro stessi. La procura poi ha avviato una serie di consultazioni con i vari centri della Digos per avere notizie più approfondite e indirizzare l’azione di prevenzione di eventuali atti terroristici.
Il ministro dell’interno Roberto Maroni proprio sabato scorso aveva detto: «Ci preoccupano i segnali che abbiamo ricevuto dell’attività di un gruppo che si rifà alle Brigate Rosse». «Questo gruppo - aveva aggiunto -, che ha inviato un volantino alla redazione dell’Unità nei giorni scorsi, propone di territorializzare le attività ed è composto da cinque cellule radicate».

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©