Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, conegna di premi e riconoscimenti a 45 Carabinieri


Napoli,  conegna di premi e riconoscimenti a 45 Carabinieri
23/06/2011, 13:06

In data odierna, presso il Comando Legione, il Gen. C.A. Mario Basile, Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”, il Prefetto di Napoli, dott. Andrea De Martino, il Procuratore della Repubblica di Napoli, dott. Giovandomenico Lepore, il Procuratore Militare, dott. Lucio Molinari, il Sostituto Procuratore Antimafia, dr. Giovanni Conzo, e il Gen. D. Carmine Adinolfi, Comandante della Legione “Campania”, alla presenza di una rappresentanza dei Comandanti Provinciali, del Comando Legione e del Consiglio di Base di Rappresentanza, nonché di numerosi familiari, hanno consegnato 45 riconoscimenti formali a militari dipendenti che, per meriti speciali o per lodevole comportamento nell’adempimento del servizio, si sono particolarmente distinti in particolari e significative operazioni di servizio.
Tra le più importanti attività svolte, si segnalano:
- cinque medaglie d’argento al Valore Civile ad altrettanti militari effettivi alle Compagnie di Casoria, Maddaloni, Pozzuoli, Giugliano in Campania ed alla Stazione di Somma Vesuviana per avere, in distinte circostanze, con cosciente sprezzo del pericolo e generoso slancio, tratto in salvo svariate persone da incendi che si erano sviluppati in abitazioni private;
- una croce di bronzo al merito dell’Arma dei Carabinieri a Luogotenente in congedo per avere svolto 39 anni di servizio con straordinaria abnegazione divenendo prezioso e qualificato punto di riferimento della popolazione;
- dieci Encomi Solenni concessi dal Comando Interregionale Carabinieri ”Ogaden” al Comandante e a nove militari effettivi al Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Napoli per avere localizzato all’estero pericolosissimo latitante, inserito nell’elenco dei 100 ricercati in ambito nazionale, responsabile di traffico internazionale di sostanze stupefacenti; nella circostanza venivano sequestrati 800 Kg di hashish e arrestati tre fiancheggiatori;
- due Encomi Solenni tributati dal Comando Interregionale Carabinieri ”Ogaden” al Comandante e a un militare effettivo alla Compagnia di Nola per avere evacuato numerosi appartamenti circostanti ad un edificio in fiamme, mettendo in sicurezza sei bombole di gas già surriscaldate ed in procinto di esplodere;
- sette Encomi Solenni concessi dal Comandante Interregionale Carabinieri”Ogaden” ad altrettanti militari, effettivi al Nucleo Investigativo del Gruppo di Castello di Cisterna, per avere localizzato e tratto in arresto pericolosissimo latitante, inserito nell’elenco dei 100 ricercati in ambito nazionale, responsabile di estorsione aggravata ed altri gravi delitti;
- cinque Encomi Solenni concessi dal Comando Interregionale Carabinieri ”Ogaden” ad altrettanti militari del Comando Provinciale di Salerno per avere per avere localizzato e tratto in arresto pericolosissimo latitante, responsabile di estorsione, rapina aggravata, ricettazione e associazione a delinquere di stampo mafioso.
Ad altri 15 militari sono stati concessi encomi semplici tributati dai Comandanti Interregionale “Ogaden” e della Legione Campania, per operazioni di servizio svolte nelle province di Napoli, Caserta, Benevento e Salerno.
Il Gen. C.A. Basile ha espresso il suo vivissimo compiacimento ai militari premiati, sottolineando l’importanza del lavoro svolto ogni giorno dall’Arma sul territorio, non solo dagli organi investigativi, ma anche dalle Stazioni, per la continua azione di sostegno ai cittadini, in particolare agli anziani ed a quanti si rivolgono ai Carabinieri nelle quotidiane necessità.
Analoghi apprezzamenti sono stati rivolti dal Prefetto, dal Procuratore della Repubblica di Napoli e dal Procuratore Militare.
Al termine della cerimonia, il Comandante della Legione, Gen. D. Carmine Adinolfi, ha illustrato ai giornalisti i dati più significativi dell’intensa attività svolta dall’Arma in Campania.
Si citano, in particolare:
- 14.461 arresti eseguiti;
- 44.535 denunce a p.l.;
- 46 latitanti catturati.
Il sequestro di diversi milioni di euro di beni, unitamente a numerose armi e rilevanti quantitativi di sostanze stupefacenti.
In generale, l’incisiva azione svolta dai Carabinieri sul territorio ha portato ad un calo dei reati,rafforzando ulteriormente la percezione della sicurezza tra i cittadini.
Determinante è risultata la presenza capillare delle Stazioni in tutto il territorio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©