Cronaca / Nera

Commenta Stampa

I pacchetti importati dagli Usa intercettati dalla Gdf

Napoli, 1340 kg di sigarette di contrabbando sequestrate


Napoli, 1340 kg di sigarette di contrabbando sequestrate
27/02/2010, 13:02

Erano Marlboro rosse 'originali' made in Usa, e quindi di ottima qualita', le preferite sul mercato napoletano del contrabbando rispetto ai surrogati ucraini o greci, le sigarette sequestrate dalla Guardia di Finanza del comando provinciale a Napoli. I militari hanno sequestrato il carico di 1340 chili in un autoarticolato che ufficialmente trasportava due rulli compressori di tipo industriale. La scoperta e' avvenuta, al confine tra Arzano e Napoli, nel corso di un servizio di perlustrazione di aree, aziendali e pubbliche, utilizzate come zone di sosta temporanea dai camion che attendono di scaricare a destinazione le loro merci. I finanzieri, notata la targa straniera dell'autoarticolato, mentre cercavano di rintracciare l'autista del mezzo, sono stati insospettiti da alcuni rumori provenienti dall'interno del semirimorchio. All'apertura del portellone sono stati scoperti in tre che stavano estraendo le sigarette da uno dei rulli presenti sul semirimorchio per imballarle in sacchetti neri. E' parso evidente che il carico, di primissima qualita', era destinato alla commercializzazione nel mercato illegale napoletano. Le stecche, oltre 6700, erano nascoste nei due grandi cilindri grazie a portelli in ghisa del peso di oltre un quintale per rimuovere i quali e' stato utilizzato un argano elettrico alimentato da una batteria di camion. L'autoarticolato, sottoposto anche a controllo antidroga, era in condizioni assolutamente insicure per la circolazione su strada, soprattutto considerando il peso dei due attrezzi industriali trasportati: gomme lisce e freni altamente usurati. Il valore delle sigarette sequestrate ammonta a oltre 160 mila euro. I tre trafficanti, di nazionalita' polacca, sono stati arrestati per il reato di contrabbando internazionale di sigarette. La quantita' sequestrata e soprattutto l'ottima qualita' del prodotto (le sigarette di provenienza ucraina erano destinate di solito al mercato degli immigrati) fanno ritenere senza ombra di dubbio che il contrabbando di sigarette, dopo anni, e' tornato sulla piazza napoletana e di qui l'impegno della guardia di finanza nel tentativo di arginare il fenomeno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©