Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Napoli, 18 anni al pedofilo di piazza Carlo III


Napoli, 18 anni al pedofilo di piazza Carlo III
03/11/2009, 18:11

NAPOLI – Pasquale Modestino, 53 anni, dipendente del servizio fognature Comune di Napoli, è stato condannato a 18 anni di carcere. L'accusa è di quelle infamanti: aver violentato, in un sottopasso di piazza Carlo III, un ragazzino che era il compagno di giochi di uno dei suoi nipotini. I fatti risalgono al febbraio scorso. Il 53enne attirò il dodicenne P.D., che lo conosceva, e lo seviziò e violentò. Gli inquirenti arrivarono a Modestino con un intenso lavoro d'indagine, guidati anche dal ragazzino che, dal letto di ospedale, raccontò loro tutti i particolari di quell'agghiacciante disavventura.
Pasquale Modestino era già sotto indagine per violenza sessuale nei confronti della nipote della convivente, una bambina di appena sei anni.

La settima sezione del tribunale di Napoli non ha concesso a Modestino nessuna attenuante, in ragione “dell'estrema violenza e delle sofferenze fisiche inferte nelle fasi dell'aggressione”. L'uomo, dopo due ore e mezzo di camera di consiglio, è stato condannato a versare 20mila euro a titolo provvisionale di risarcimento danni alla vittima, oltre a scontare 18 anni di detenzione. genitori del bambino, che sono stati assistiti dal difensore di parte civile, avvocato Luciano Santoianni, hanno seguito le fasi del processo. La mamma, pero', alla lettura del dispositivo di sentenza ha preferito allontanarsi dall'aula. Modestino rispondendo alle domane del pm Fabio de Cristofaro ha detto di non essere responsabile ma il tribunale ha accolto la richiesta avanzata dalla pubblica accusa.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©