Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Ragazzo insultato e minacciato: "Zitto o sei morto"

Napoli, aggressione omofoba nella metropolitana


Napoli, aggressione omofoba nella metropolitana
15/10/2009, 20:10

Si inquadra in un clima già oltremodo teso, l’aggressione omofoba che si è verificata nella serata di ieri a Napoli. La notizia arriva da un comunicato della Rete antifascista napoletana. Mario (nome di fantasia), giovane napoletano, era seduto nella stazione della metropolitana Quattro Giornate, quartiere Vomero, quando è stato raggiunto da tre ragazzi con bomber verde e testa rasata. Il terzetto, si legge nel comunicato, ha ordinato al ragazzo di alzarsi e poi uno di loro gli ha messo un oggetto appuntito sotto i testicoli, trattenendolo contemporaneamente per la gola e dicendogli di non gridare. “Sennò si’ muorto”, questa la minaccia iniziale per evitare possibili ribellioni alle angherie. Poi, mentre Mario era paralizzato dal terrore, sono cominciati gli insulti: “sporco”, “frocio di merda” ed altri epiteti ingiuriosi. Dopo un po’, evidentemente soddisfatti, i tre sono andati via. Mario, a quanto si apprende, ha denunciato l’episodio ai carabinieri nel tardo pomeriggio di oggi. “Un episodio assai preoccupante, - conclude la Rete antifascista, - che conferma il clima di intolleranza che alcuni gruppi vogliono coltivare in città”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©