Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, agguato a padre e figlio tra la folla


Napoli, agguato a padre e figlio tra la folla
01/06/2009, 11:06

Sono stati aggrediti in piazza, tra la gente, il cognato del boss Falanga e suo figlio. Davanti alla Basilica di Torre del Greco ha perso la vita Gaetano Di Gioia (54 anni), mentre Isidoro (25 anni), il figlio, è rimasto ferito. Nella stessa zona lo scorso anno, fu picchiato da uno sconosciuto Ciro Borriello, il sindaco. In seguito a questo avvenimento fu deciso di installare alcune telecamere che, però, non sono mai entrate in funzione. Gaetano Di Gioia, soprannominato " 'o tappo", era ritenuto un elemento di primo piano del clan Falanga, e per questo era un sorvegliato speciale. Fu arrestato a Calvizzano nel 1999 dopo un anno di latitanza. Era ricercato nell'ambito dell'operazione Valleblu contro una organizzazione di trafficanti di stupefacenti. A dicembre del 2000 è stato condannato a 14 anni al termine del processo contro i clan di Torre del Greco.E' tornato in libertà due anni fa, dopo un soggiorno obbligato in Piemonte. Anche Isidoro fu arrestato in passato per vari reati, tra cui droga e armi. E' uscito dal carcere grazie all'indulto. Secondo una prima ricostruzione, padre e figlio erano a bordo di un'auto. Chi ha sparato, forse due uomini a bordo di uno scooter, hanno agito dopo le 18 ed hanno sparato una raffica di colpi. Gaetano Di Gioia è morto sul colpo, Isidoro si trova in ospedale in condizioni gravi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©