Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Coinvolti anche due farmacisti per falsità materiale

Napoli: altra bufera sulla Asl Na1, 3 medici sospesi


Napoli: altra bufera sulla Asl Na1, 3 medici sospesi
16/02/2010, 18:02

NAPOLI - Continuano i problemi per una delle Asl peggio gestite dell'intero paese; quella Napoli 1 Centro. Quest'oggi sono state infatti confermate le sospensioni per tre medici ed un farmacista con l'accusa di falsita' materiale e truffa ai danni del Servizio sanitario nazionale. I pm della sezione reati contro la pubblica amministrazione della Procura di Napoli fanno sapere che è coinvolto nell'inchiesta anche un altro farmacista. Intanto, i Nas, hanno recapitato agli inquisiti un'ordinanza impositiva della misura interdittiva del divieto di esercizio della professione di medico e di farmacista.
Quella svolta dai quattro sospesi, era un'attività vecchio stile molto adoperata in Campania e straconosciuta dalle autorità e dai giudici. In pratica, infatti, dal 2002 al 2007 i medici ora indagati si preoccupavano di firmare false prescrizioni di numerosi farmaci al fine di far ottenere al farmacista complice dei rimborsi per l'erogazione di medicinali in realtà mai venduti. L'utile accumulato veniva poi equamente diviso. A spiegarlo sono gli stessi magistrati napoletani che, in ultimo, rendono noti nomi dei tre medici coinvolti (Antonio Barba, di 62 anni, Arturo Cincimino, 53, Francesco Paolo Volpe di 58) e del giovane farmacista Giovanni De Falco; di 35 anni.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©