Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, arrestato dalla Polizia 32enne per atti persecutori e incendio doloso


Napoli, arrestato dalla Polizia 32enne per atti persecutori e incendio doloso
09/12/2013, 10:08

NAPOLI - Ieri sera, i poliziotti del Commissariato San Carlo Arena, hanno arrestato il 32enne di Piscinola Marco Troiano. L’uomo è ritenuto responsabile dei reati di atti persecutori ed incendio doloso.
Poco dopo mezzanotte, i poliziotti sono accorsi in Viale Colli Aminei in quanto era stata segnalata una violenta lite tra ex fidanzati.
Giunti sul posto, gli agenti sono stati avvicinati da numerosi testimoni che li hanno informati sul fatto che il 32enne si era appena allontanato e che aveva dato fuoco all’autovettura della sua ex ragazza, una 37enne del posto.
I testimoni hanno quindi descritto l’autore dell’incendio e mentre sono state avviate le ricerche per il suo rintraccio, la vittima si è avvicinata ai poliziotti ed ha raccontato che aveva avuto una relazione di alcuni mesi con Troiano ma che da qualche settimana aveva deciso di porvi fine. L’uomo non aveva accettato la rottura ed aveva iniziato ad assumere atteggiamenti ossessivi inondando la donna con continui sms. Ieri sera, all’ennesima citofonata, aveva preannunciato di voler infierire sulla sua autovettura a poca distanza parcheggiata. La donna era quindi scesa con una sua amica ed il Troiano aveva minacciato di morte tanto lei quanto i suoi figli. Poco più tardi, mentre era a casa, alcuni vicini hanno avvistato la 37enne che la sua autovettura stava bruciando. Precipitatasi giù ha infatti trovato il portiere dello stabile dove abita ed un vigile del fuoco impegnati a spegnere le fiamme.
I poliziotti giunti sul posto, hanno quindi ricevuto una dettagliata descrizione del 32enne da parte di molti testimoni. Questi hanno tra l’altro indicato la via di fuga che il giovane ha preso dopo aver appiccato il fuoco all’autovettura con una tanica di benzina ancora sul posto. Poco dopo, lo hanno rintracciato in un pub di Via degli Astronauti dove si era rifugiato. I poliziotti lo hanno quindi arrestato e subito condotto alla Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©