Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Chiosi e Tesorone: "Attacco sistematico all'arredo urbano"

Napoli, atti vandalici nel quartiere di Chiaia


.

Napoli, atti vandalici nel quartiere di Chiaia
15/01/2010, 15:01

NAPOLI - "Stamani - denunciano il presidente della prima Municipalità di Napoli, Chiosi, e il vice Tesorone - abbiamo riscontrato un ennesimo attacco vandalico all'arredo urbano di Chiaia. Una panchina di Via Calabritto è stata danneggiata, una panchina di Via Chiaia è stata distrutta insieme ad alcuni dissuasori di pietra e ad un albero del primo tratto di strada." "Purtroppo - continuano - gli atti vandalici sull'arredo urbano sono diventati sistematici ad opera dei soliti teppisti che invadono il quartiere nelle serate della cosiddetta movida. Per ovviare a questa situazione insostenibile, occorre l'installazione della video sorveglianza per cogliere sul fatto, o perseguire nelle immediatezze delle stesso, i responsabili. Trattandosi di strade principali, abbiamo subito segnalato quanto accaduto al Comune. Inoltre per quanto riguarda Via Chiaia, essendo in fase di ultimazione la consegna dei telecomandi agli aventi diritto, la prossima settimana potranno finalmente essere attivati i dissuasori elettronici."
"Altro capitolo delicato e scandaloso - raccontano i due esponenti della Municipalità - quello relativo alla manutenzione: stamani è infatti sprofondato un tratto di marciapiedi di Via dei Mille, da poco interessato a lavori di recupero. Sotto le mattonelle sprofondate c'è il vuoto e poiché non sono trascorsi 6 mesi dalla consegna, l'impresa esecutrice delle opere deve intervenire immediatamente a sue spese. E' ovvio che se il Comune continua ad appaltare le opere con il 40% di ribasso questi sono i risultati. Da tempo - concludono Chiosi e Tesorone - oltre a denunciare questi scandali proponiamo soluzioni alternative e di buonsenso. Ma serve anche e soprattutto una severa repressione nei confronti di chi attenta al patrimonio pubblico."

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©