Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, bulgaro aggredisce tecnici dell'Enel: arrestato


Napoli, bulgaro aggredisce tecnici dell'Enel: arrestato
08/09/2011, 13:09

Ieri pomeriggio, gli agenti dei Commissariati di Polizia “Decumani” e “Dante”, hanno arrestato Petyo Todorov Petrov, 51enne bulgaro residente a Napoli, per resistenza, aggressione, lesioni e minacce a pubblico ufficiale.

Il Petrov è stato sorpreso dai poliziotti di Decumani in Via Salvator Rosa, ad angolo con Via Battistello Caracciolo mentre, in stato di forte agitazione, colpiva a calci un autoveicolo dell’Enel. A bordo del mezzo c’erano due dipendenti della compagnia elettrica che spaventati dall’aggressione stavano cercando di allontanarsi.

Il bulgaro ha quindi lanciato con violenza un casco protettivo verso il mezzo danneggiando il porta fioretto, uno strumento utilizzato per la misurazione della tensione elettrica.

I poliziotti sono pertanto intervenuti cercando di arrestare la sua azione violenta per poi identificarlo. Dopo un attimo di calma, il 51enne ha avuto una reazione violenta ed ha cercato di colpirli impedendo che procedessero.

Pochi attimi dopo sono arrivati anche gli agenti del Commissariato Dante. Nessuno è però riuscito a portare il bulgaro alla ragione che per tutta risposta ha invece aggredito i poliziotti colpendoli ripetutamente con calci e pugni.

Con non poche difficoltà gli agenti sono alla fine riusciti a bloccarlo e ad arrestarlo.

Tutti i poliziotti impegnati nell’arresto di Petrov sono stati accompagnati presso il pronto soccorso dell’Ospedale Pellegrini dove i sanitari li hanno medicati e giudicati guaribili tra i 3 e i 10 giorni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©