Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Ciro Borrelli identificato grazie alla fede nuziale

Napoli, cadavere carbonizzato: è un imprenditore incensurato


Napoli, cadavere carbonizzato: è un imprenditore incensurato
12/06/2009, 20:06

E’ stato identificato il cadavere ritrovato quest’oggi in una piazzola di sosta della Statale 268 all’altezza di Sant’Anastasia. Il corpo era stato notato da alcuni automobilisti, che hanno allertato i vigili urbani. Poco dopo sono giunti sul posto i carabinieri della tenenza di Cercola per le indagini iniziali.
Dagli accertamenti è emerso che la vittima, un uomo, era stata uccisa con cinque colpi di arma da fuoco alla schiena e successivamente il corpo era stato date alle fiamme. Il cadavere era semicarbonizzato e non sono stati trovati documenti. Unico indizio, la fede al dito, sulla quale erano incisi un nome ed una data: Raffaella, 16-9-91. Proprio dall’incisione i carabinieri sono riusciti a risalire all’identità dell’assassinato, identificato come Carlo Borrelli, 39 anni, sposato, due figli, imprenditore edile incensurato e titolare dell’impresa Edil Italia. L’uomo era impegnato in un lavoro in via Belvedere, a Ercolano, roccaforte del clan Ascione, ma non risulta abbia sporto denuncia per estorsioni in atto nel suo cantiere.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©