Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

NAPOLI: CAMPI ROM IN FIAMME, NAPOLETANI APPLAUDONO


NAPOLI: CAMPI ROM IN FIAMME, NAPOLETANI APPLAUDONO
15/05/2008, 09:05

Si sta tramutando in una guerriglia tra razze e fa tanta paura, italiani contro rom, campi in fiamme e napoletani ad applaudire. E’ questa l’immagine della città campana, che segue quella dell’Italia. Forse c’era da aspettarselo, ma in ogni caso i rom sono in allerta, terrorizzati da ciò che si sta scatenando intorno a loro. Qualcuno racconta di un bambino che in un bar ha detto: "addio, noi ce ne andiamo, ma non siamo cattivi". Queste parole potrebbero spiegare tutto di una popolazione consapevole di avere tra loro alcune macchie, ma come ci sono in tutte le altre: tra i napoletani, infatti, vi è la camorra, la criminalità piccola e organizzata... I campi vanno a fuoco, si è aperta una caccia agli zingari che istituzioni e politica condanno, ma non basta, forse non sembrano convinti. C'erano donne e bambini, soddisfatti del risultato ottenuto con le molotov. I rom fuggono dalla periferia est di Napoli, dove si è scatenata una 'caccia agli zingari'. Questa mattinata, sono stati incendiati due siti ormai vuoti: "Spengono il fuoco? Lo riaccenderemo", queste le parole crude di un facinoroso.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©

Correlati