Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, chiama il suo cellulare appena rubato, risponde il carabiniere che ha arrestato il ladro


Napoli, chiama il suo cellulare appena rubato, risponde il carabiniere che ha arrestato il ladro
02/11/2013, 11:38

NAPOLI - Su via Leonardo Bianchi, nel parcheggio dell’ospedale Monaldi, i carabinieri del nucleo operativo della compagnia Vomero Arenella hanno arrestato per furto e ricettazione di auto rubata Immediata Pietro, 34 anni, residente a Bellizzi (Sa), già noto alle forze dell'ordine.
I militari dell’arma, durante un servizio di controllo del territorio nella zona ospedaliera, sono stati informati dagli addetti della vigilanza privata che, poco prima, un paziente ricoverato nel predetto ospedale aveva subito il furto del portafoglio e del telefono cellulare da parte di uno sconosciuto che approfittando della momentanea assenza della vittima, era entrato nella stanza e rubato i suoi effetti, dandosi alla fuga alla vista del proprietario. I carabinieri hanno subito avviato le ricerche e nel parcheggio dell’ospedale hanno notato il 34enne, a piedi, in atteggiamento sospetto, che è stato avvicinato per controlli e sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di un portafogli contenenti 50 euro e di un telefono cellulare. Durante le operazioni di controllo il cellulare trovato in possesso del 34enne squilla e i carabinieri hanno risposto qualificandosi. A chiamare il proprietario del cellulare che ha spiegato al carabiniere di essere stato derubato da poco del portafoglio e del cellulare da una persona, e che istintivamente ha chiamato il suo telefono nella speranza di poterlo recuperare. Inoltre i militari dell’arma l’hanno trovato in possesso di una chiave d’accensione di una auto Mazda e, con successivi controlli, hanno individuato nei pressi l’auto in questione che è risultata rubata il 27 ottobre ad una 57enne del luogo. In particolare la 57enne, mentre si trovava al lavoro in un ospedale della zona, dai locali spogliatoi gli è stata rubata la borsa contenente tra l’altro la chiave della sua Mazda in sosta nei pressi che poi gli è stata rubata. La refurtiva è stata restituita agli aventi diritto.
L’arrestato è stato tradotto nel carcere di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©