Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Una banda di balordi l'ha buttato in una fontana

Napoli: clochard ucciso con l'acqua gelata


Napoli: clochard ucciso con l'acqua gelata
14/01/2010, 15:01

NAPOLI - Nella notte tra lunedì e martedì scorso due clochard sono stati trovati morti a Napoli; ed immediatamente si è pensato al freddo, dato che anche a Napoli la temperatura è scesa sotto zero. Ma oggi si viene a scoprire che uno dei due, Yussuf Errahali, 37 anni, è morto non tanto per il freddo esterno, ma perchè stava all'aperto con i vestiti bagnati. Infatti un gruppo di balordi, forse scesi dal vicino quartiere della Sanità, verso le 3 di notte l'ha affrontato, l'ha preso e poi buttato dentro una fontana. Intontito dall'ora notturna (alle 3 di notte i riflessi sono al minimo), da una vita passata tra alcool e droghe, non ha opposto che una minima resistenza all'aggressione. Dopo di che il gruppetto se ne è andato e ha lasciato Errahali bagnato ed esposto al vento freddo, con i vestiti completamenti bagnati. In questa maniera l'ipotermia l'ha assalito velocemente e l'ha ucciso. La mattina dopo i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare le morte dell'uomo, anche se erano rimasti insospettiti dai vestiti ancora bagnati. Ma i volontari dell'associazione "Il Camper", che aiutano i clochard della zona, hanno raccolto le confidenze degli altri che avevano assistito, denunciando i fatti alla Polizia. Ora si dovrà vedere di rintracciare questi assassini, perchè quello che hanno commesso non è altro che un vergognoso e vigliacco assassinio.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©