Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Protocollo firmato in Prefettura, al via i controlli

Napoli: contraffazione, ecco il piano tolleranza zero

Polemica con i negozianti: "Facciano di più per il decoro"

.

Napoli: contraffazione, ecco il piano tolleranza zero
29/11/2011, 15:11

NAPOLI - Scatta la tolleranza zero verso i fenomeni di contraffazione e vendita di prodotti falsi. La task force messa in campo dalle istituzioni cittadine è il frutto di un ciclo di incontri dal quale è nato l’accordo tra forze dell’ordine, Comune di Napoli, Prefettura e Provincia di Napoli, per far sì che durante tutto il periodo delle festività natalizie vengano presidiate le principali strade dello shopping. Via Toledo, corso Umberto e piazza Garibaldi entreranno a partire dal primo dicembre in un calendario tematico, in cui si alterneranno Fiamme Gialle, Polizia e Carabinieri.
Più uomini in borghese inoltre verranno messi in campo per sanzionare quei cittadini che acquistano prodotti contraffatti provenienti direttamente dalle industrie della camorra. Un piano, quello firmato in Prefettura, ''per offrire a cittadini e turisti maggiore sicurezza e vivibilita'''. ''Queste zone sono il biglietto da visita della citta' - ha spiegato il prefetto, Andrea De Martino - Vanno difese e non solo per quanto riguarda il decoro, ma anche perché questo fenomeno e' direttamente collegato con la criminalità organizzata''. Il fenomeno della contraffazione, ha spiegato De Martino, ''ha ripercussioni sull'economia locale''. I controlli saranno potenziati a partire da giovedì prossimo, primo dicembre e fino a gennaio. In Corso Umberto, in particolare, sono previsti controlli anche in borghese da parte degli agenti perche' le forze di polizia ritengono che e' in quella strada che si concentreranno gli ambulanti abusivi.
Non manca la polemica con commercianti ed associazioni di categoria: almeno per quest’anno il prefetto ed il sindaco chiedono che si adoperino per donare decoro alle strade dello shopping. Un atto dovuto per abbellire la città che da troppo tempo è disatteso. ''Ci attendiamo impegno da parte loro perche' anche questo e' un investimento sulla sicurezza'', ha precisato il prefetto De Martino. E ha chiesto ai cittadini di ''scegliere da che parte stare''. ''Invitiamo le categorie del commercio a contribuire riempiendo i luoghi pubblici con fioriere o altre iniziative - ha detto il sindaco, Luigi de Magistris - .Bisogna far vivere la citta', anche nelle ore serali, occupando lo spazio pubblico. Il nostro sforzo si concretizzera' anche nel trasporto pubblico che funzionera' a dicembre fino a tarda ora''. Il sindaco rassicura che gli ambulanti ''non saranno cacciati o deportati perche' per loro sono state predisposte numerose aree mercatali''. Il questore Luigi Merolla ha parlato di ''tolleranza zero sulle vendite abusive'' e ha invitato i cittadini ad ''acquisire la consapevolezza che la camorra gestisce la distribuzione del contraffatto nel territorio''. Non sempre percepita come reato, ha spiegato Giuseppe Grassi, comandante provinciale della Guardia di Finanza, ''la contraffazione e' il settore nel quale la criminalita' organizzata investe di più: per 1 euro investito il ritorno e' di 5 euro, mentre la stessa cifra investita per la droga ne rende 3''

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©