Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, creolina nelle scuole, sempre per far saltare lezioni

Nei piani non realizzati anche il versamento di blatte

Napoli, creolina nelle scuole, sempre per far saltare lezioni
26/11/2013, 11:25

NAPOLI - Nel corso di indagini sul danneggiamento di scuole dei quartieri vomero e arenella, i carabinieri della compagnia napoli vomero hanno denunciato in stato di libertà 3 minorenni, due 17enni e un 14enne, ritenuti responsabili di danneggiamento e di interruzione di pubblico servizio.
La notte del 12 novembre ignoti si erano introdotti nel liceo “Pansini” cospargendo di creolina le scale interne e le aule di tre piani dell’edificio, impedendo lo svolgimento delle attività scolastiche nei giorni a seguire per dar luogo alle necessarie operazioni di pulizia.
Dopo accurato sopralluogo i militari dell’arma hanno iniziato una intensa attività investigativa, sentendo parecchi studenti e insegnanti, con ampia e convinta collaborazione del preside e del corpo docenti dell’istituto.
Dopo aver ristretto il novero dei sospetti che potevano aver causato il danneggiamento, i militari hanno proceduto al loro interrogatorio.
I 3 minori hanno ammesso la partecipazione al reato e ammesso il motivo: fare in modo che non si potessero tenere lezioni nei giorni successivi.
L’attività ha inoltre portato alla luce quella che era una loro intenzione: la plateale diffusione di blatte nei locali della scuola. Evento che non era andato avanti per scelta degli stessi minorenni.
I fatti seguono, quasi come originassero dallo stesso “copione”, quelli del 22 novembre a Marigliano, quando 4 studenti di età tra i 17 e i 18 anni avevano impedito il regolare svolgimento delle lezioni nell’Istituto Tecnico Industriale “Saviano” ed erano stati sorpresi su via Settembrini alle due e mezza di notte subito dopo aver apposto due grosse catene con lucchetti, bloccando gli ingressi della scuola. Sempre con l’intento di impedire lo svolgimento delle lezioni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©