Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

NAPOLI, CROLLO A MONTECALVARIO: SI RIMUOVONO LE MACERIE


NAPOLI, CROLLO A MONTECALVARIO: SI RIMUOVONO LE MACERIE
12/07/2008, 13:07

E' da poco cominciata la rimozione, da parte dei vigili del fuoco, delle macerie dello stabile di via Portacarrese a Montecalvario, nel cuore dei Quartieri Spagnoli, dove ieri pomeriggio è crollata in due riprese un'ala di uno stabile disabitato dal terremoto del 1980. Grazie all'impiego di termocamere i vigili del fuoco hanno escluso la presenza di vittime sotto le macerie. Al momento solo nove famiglie, 24 persone, dei circa 130 sgomberati da edifici vicini a quello crollato, hanno accettato di trasferirsi nella scuola media "Pasquale Scura", dove la Protezione civile ha montato brandine e sta servendo pasti precotti. Gran parte degli sfollati ha preferito recarsi da parenti oppure ha trascorso la notte in auto. Ma nella tarda mattinata, dopo una verifica delle condizioni statiche degli stabili vicini a quello crollato, i vigili del fuoco - diretti dal vicecomandante provinciale Rosa D'Eliseo - hanno consentito il rientro a casa di una parte degli sfollati. Non saranno brevi, invece, i tempi per la messa in sicurezza di quanto resta del palazzo di via Portacarrese. Dopo la rimozione delle macerie, infatti, bisognerà provvedere a mettere in sicurezza una parete pericolante. Questa mattina i vigili del fuoco hanno trovato alcune travi con tracce di materiale fresco che confermerebbero che nell' edificio crollato erano in corso dei lavori. Il proprietario dell' edificio è stato denunciato dal Comune e sarebbe attualmente irreperibile, ma i residenti puntano il dito proprio contro Palazzo San Giacomo, al quale sarebbero stati segnalati più volte i rischi di cedimento del palazzo.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©