Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In via Toledo corteo con questore e autorità antiracket

Napoli dice "no" al pizzo: una passeggiata contro il racket


.

Napoli dice 'no' al pizzo: una passeggiata contro il racket
19/11/2009, 17:11

NAPOLI - Un corteo che ha sfilato lungo le vie del centro di Napoli, dalla Questura fino alla zona della Pignasecca, per dire "no" al pizzo. E' la passeggiata antiracket, promossa dall'associazione "Napoli Centro per la legalità", alla quale hanno partecipato il questore di Napoli, Santi Giuffré, Silvana Fucito, coordinatrice delle associazioni campane per la lotta alle estorsioni della camorra, Tano Grasso, consulente antiracket del Comune partenopeo. Le autorità impegnate nella lotta al pizzo hanno incontrato i commercianti, distribuito volantini per dire loro che non di deve aver timore di denunciare, "C'è un buon tessuto attorno a noi - ha detto il questore - l'associazionismo antiracket è presente, assiste le parti e non fa sentire il denunciante solo".
L'iniziativa di oggi è stata anche un modo per confermare "la presenza e il sostegno delle forze dell'ordine su questo tema", ha detto Tano Grasso, precisando che se è vero che "la crisi non ha inciso sul racket, perché è un fenomeno criminale proporzionale al reddito", essa "però, espone di più le persone in difficoltà economiche all'usura". "Denunciare - ha concluso - è l'unico modo per liberarsi dal racket".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©