Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, due arresti per rapina ad autista di scuolabus


Napoli, due arresti per rapina ad autista di scuolabus
08/10/2011, 13:10

Ieri pomeriggio, gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Campania e dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli, hanno arrestato un 19enne cittadino della Repubblica Dominicana residente a Napoli e un 32enne napoletano pregiudicato, per rapina aggravata in concorso tra loro.

Verso le 17.00, un 43enne autista di scuolabus si è avvicinato all’autovettura dei poliziotti in servizio di perlustrazione lungo Via Ponte di Casanova per denunciare di aver appena subito una rapina. Nell’accurata descrizione dei fatti, l’uomo ha riferito che pochi attimi prima un giovane straniero con violenza gli aveva strappato dal collo una catenina per poi raggiungere il complice, un italiano, che lo attendeva su un ciclomotore di colore nero e darsi alla fuga. L’uomo ha altresì riferito di essere riuscito a strappare la catenina dalle mani del rapinatore ma di averla rotta e di non aver potuto recuperare il ciondolo con l’effige di una nota griffe italiana. Sempre secondo la vittima della rapina, i due si erano poi diretti verso Via Arenaccia.

I poliziotti hanno dunque avvisato la Sala Operativa che ha immediatamente diramato le ricerche. Dopo alcuni minuti, i due sono stati rintracciati lungo Via Arenaccia. Erano ancora in sella al motociclo dettagliatamente descritto dall’autista dello scuolabus. Il decisivo intervento dei poliziotti ha stroncato un appena accennato tentativo di fuga.

L’immediata perquisizione personale ha dato esito negativo ma i due oltre a rispondere perfettamente alla descrizione della vittima, sono stati da quest’ultima riconosciuti. Il sudamericano è stato inoltre denunciato in quanto non è stato in grado di esibire ai poliziotti alcun documento di identificazione o titolo di soggiorno. I due gioani sono stati quindi arrestati. In giornata saranno giudicati con rito direttissimo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©