Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Epidemia colposa e omissione di atti di ufficio

Napoli: emergenza rifiuti, indagato Stefano Caldoro


Napoli: emergenza rifiuti, indagato Stefano Caldoro
26/06/2011, 11:06

NAPOLI – Sull’inchiesta della Procura di Napoli,  aperta per l'emergenza rifiuti, cominciano a trapelare i nomi dei primi indagati  . Nel  fascicolo,   tra i 4 – 5 nomi eccellenti, accusati  di  epidemia colposa c’è anche il nome di Stefano Caldoro (nella foto) , neo governatore della Regione Campania  che ha ricevuto un'informazione di garanzia. Ieri sera ( come si apprende dal quotidiano “La Repubblica) è stato lo stesso lo stesso Caldoro    a  rivelare  di essere indagato in una delle tre inchieste sui rifiuti avviate dalla Procura di Napoli e di “comparire” ne  fascicolo aperto dal procuratore aggiunto Francesco Greco e dal pm Francesco Curcio che ipotizzano i reati di epidemia colposa e omissione di atti di ufficio. “Se fossero provate responsabilità penali per fatti commessi inconsapevolmente, e siamo convinti di aver fatto fino in fondo tutto il nostro dovere, non esiterei a dimettermi da presidente della Regione”, ha dichiarato il Governatore al quotidiano.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©