Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Comune: "Chiederemo a Clini di bloccare il commissario"

Napoli est, 4 aziende interessate al termovalorizzatore


.

Napoli est, 4 aziende interessate al termovalorizzatore
21/12/2011, 15:12

NAPOLI - Stavolta ci siamo. Pare che l’ennesima gara per la realizzazione del termovalorizzatore a Napoli est non andrà deserta. Sono quattro infatti le richieste pervenute finora in appena 48 ore per partecipare al dialogo competitivo per realizzare il tanto discusso impianto per incenerire la spazzatura del capoluogo campano. Un progetto che dunque interessa ancora ai privati, anche se lo scontro politico torna ad infiammarsi a meno 25 giorni dalla infrazione dell’Unione Europea. Mentre la Regione Campania approva il piano rifiuti per chiedere a tutti i comuni di raggiungere il 50 per cento della raccolta differenziata entro i primi sei mesi del 2012, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ribadisce che “l’accordo con il ministro Clini ha cancellato l’ipotesi” della costruzione di un inceneritore sul territorio della città di Napoli. Il vicesindaco Tommaso Sodano sbotta: "La gara non è valida poichè c'è già un accordo stretto con Prvincia e Regione affinché si acceleri per scongiurare la sanzione della Comunità Europea. Domani mattina chiederemo a Roma chiederemo di prendere provvedimenti nei confronti dell'organo commissariale della gestione dei rifiuti". Il commissario ad acta Alberto Carotenuto invece ritiene ancora valido l’accordo per Napoli Est: “Non sono un politico ma un tecnico”, precisa il commissario. Lo scontro, insomma, è più acceso che mai.

Commenta Stampa
di Rossella Marino e Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©