Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli: famiglia spacciatori si scaglia contro polizia


Napoli: famiglia spacciatori si scaglia contro polizia
20/01/2010, 13:01


NAPOLI - Un intero nucleo familiare si scaglia contro gli agenti del Commissariato di Polizia San Paolo per evitare di essere arrestati. L’episodio si è verificato nel Quartiere San Paolo quando gli agenti hanno effettuato una perquisizione presso il nucleo familiare di via Giovanni Brancaccio, dove all’interno della rispettiva abitazione avevano allestito una fiorente attività di spaccio di cocaina.
A cadere nella rete delle polizia sono finiti padre madre e figlio 17enne, per tutti è scattato l’arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio resistenza e lesioni a PP.UU., in concorso tra loro. Gaetano Spatuzzi, 43enne, all’arrivo della Polizia ha incominciato ad urlare allertando gli altri familiari i quali hanno materialmente aggredito i poliziotti con calci e pugni, nel tentativo di impedire loro l’ingresso.
Arrestata anche la moglie di quest’ultimo, Paolina Marotta, 41enne e il loro figlio 17enne. La provocata agitazione ha consentito ad un’altra figlia di anni 14 di lanciare dalla camera da letto un involucro, prontamente recuperato da altri poliziotti, lì fermi a monitore la zona.
L’arrivo di altre Volanti inviate sul posto dalla Sala Operativa della Questura ha evitato che la situazione degenerasse.
All’interno dell’involucro, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato 40 grammi di cocaina suddivisa in vari involucri, 16 pasticche usate per il taglio e un bilancino di precisione.
Nel corso della perquisizione domiciliare, gli agenti hanno recuperato in un barattolo di vetro la somma di 130 euro suddivisa in varie banconote, provento dell’illecita attività.
I coniugi sono stati accompagni al carcere, il figlio al centro di Prima accoglienza dei Colli Aminei.
I poliziotti sono dovuti ricorrere alle cure mediche per contusioni di 10 e 25 gg.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©